Cerca
  • infocepibsport

CREA la comfort zone.

#ModelloCREA #comfortzone #hyperarouseh #hypoaroused #autoefficacia #prestazioneottimale #stimolostressante #stresseprestazione #sperimentare #applicare #regolazioneemozioni #freezeresponse #fightflightresponse #calm #cool #connected #calma #connessione


Ogni atleta ha delle sue caratteristiche specifiche che rimandano al costrutto di personalità: l’insieme dei modi di vivere, sentire e relazionarsi. Ciascuno si muove lungo un continuum dove ad una polarità si esprime al meglio e sull’altra le stesse disposizioni in seguito ad una iperattivazione producono risposte eccessive rispetto agli stimoli di contesto rappresentando la prima causa di inefficacia. Immaginate Luca, da una parte caratterizzato da dei tratti di serietà, coscienziosità, affidabilità sempre presenti in allenamento e dall’altra, sotto lo stress della gara, rigido, ripetitivo, ansioso, poco focalizzato. Disperde le sue energie nel contesto, attento al dettaglio, confuso nella gestione dell’ambiente. Risultato: inefficace. Perché ciò accade? Perché ciascuno di noi ha una zona di compromissione da stress dove rimane inefficace? L’essere umano funziona così, quando è impattato da uno stimolo stressante tende ad amplificare le proprie caratteristiche ‘difendendosi’ dall’ambiente perdendo in efficacia. Nel grafico proposto si può vedere la zona di iper e ipo attivazione e quella cosiddetta di Comfort, dove la prestazione è ottimale e che è caratterizzata con modalità differente in ciascun atleta. Cosa si fa operativamente con il modello C. R. E. A.? 1.Conoscere il proprio stile di personalità e le polarità su cui ci si muove; 2.Entrare in relazione con le parti di sé; 3.Sperimentare qual è l’equilibrio di massima energia; 4.Applicare, monitorare e correggere per aumentare la convinzione di autoefficacia.

41 visualizzazioni

© 2018 Cebip sport. Created with Wix.com