Cerca
  • infocepibsport

Costruire un'identità di squadra

#identità #squadra #team #teambuilding #teamCREA #ModelloCREA #vivereunasquadra #gruppo


Una delle domande più diffuse in consulenza è quella di creare un processo per costruire un’identità di squadra. Un gruppo di persone che orientate verso il medesimo obiettivo siano in grado di generare energia attraverso la fiducia interpersonale e la conoscenza approfondita reciproca.

Eh già, la squadra quando compete all’unisono genera un’energia superiore alla somma di quella prodotta dai membri che la costituiscono… diventa un’entità autonoma che grazie alla coesione produce una performance ottimale.

Per far questo, lo psicologo dello sport lavora attraverso Il team building, un metodo importante per migliorare il clima psicologico, favorire una vision comune e creare una cultura organizzativa, generando un miglior funzionamento complessivo.

Quanto sono efficaci gli interventi di team building nello sport?

Nel tentativo di rispondere a questa domanda, Martin et altri (2008) hanno condotto una revisione meta-analitica dell'interazione di team building in ambito sportivo. I risultati hanno rivelato un generale effetto positivo degli interventi che hanno favorito la prestazione, l’efficacia e la coesione della squadra. Inoltre si è assistito ad un incremento della fiducia interpersonale e della conoscenza dei propri compagni dal punto di vista cognitivo ed emotivo. Vicinanza, reciproca conoscenza dei punti di forza, sostegno, insomma si è generato un altro membro del gruppo, il famoso “uomo in più”.

Quando assistiamo ad una performance di una SQUADRA, lo diciamo sempre: “sembravano di più”. Questo perché ciascuno ha sostenuto l’altro, ha dato il meglio di sé, ha generato un’energia circolare che implementa quella dell’altro.

Il team building è un lavoro complesso che deve essere svolto in maniera costante e dettagliata, che abbia una durata minimo di 20 attivazioni. L’esercizio di gruppo genera e più lo si fa e più coesione più ogni membro del team acquisisce valori e identità.

E’ importante osservare nella prima fase il gruppo per comprendere a fondo le esigenze, e successivamente come fa un sarto, costruire un intervento su misura, con attivazioni specifiche ed una temporalità definita. Nel corso dell’intervento consideriamo un processo dinamico che comporta uno sforzo collaborativo da parte dei singoli membri del team. I comportamenti del singolo divengono interdipendenti al punto tale di ottimizzare la prestazione del gruppo aumentando la possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Di particolare interesse è il recente contributo di McEwan e Beauchamp (2012) che individuano le seguenti fasi:

1. Preparazione: analisi della missione, specifica dell'obiettivo, pianificazione;

2. Esecuzione: comportamenti che si verificano durante l'esecuzione delle attività (coordinazione, cooperazione, comunicazione);

3. Valutazione: riflessione post attività, monitoraggio delle prestazioni e dei sistemi;

4. Modifica dei comportamenti: risoluzione dei problemi, backup alternativo, istruire la squadra, innovazione.

“Vivere una squadra, significa farne parte”

In ambito psicologia dello sport la ricerca è attiva per ora si stanno cercando sempre di più procedure psicometriche utili a dare una quadro valutativo oggettivo. Altre ricerche si stanno concentrando sullo sviluppo e valutazione degli interventi di squadra nello sport progettando attività utili al miglioramento della performance. Ad oggi il team building sta diventando sempre di più una realtà importante nello sport. Anche noi del team CREA abbiamo attuato piani di interventi mirati al team building al fine di favorire la Comunicazione e Relazione fra i membri, sviluppare nel singolo e nella squadra l’Energia necessaria per raggiungere l’obiettivo, percezione di Autoefficacia nel singolo e nel gruppo una volta portata a termine una qualsiasi performance.

178 visualizzazioni

© 2018 Cebip sport. Created with Wix.com