Cerca
  • infocepibsport

COSA RENDE UN TEAM VINCENTE?

“Il tutto è sempre più della somma delle singole parti”

#crealatuavittoria #modellocrea #ansia #teamworking #teambuilding


Un Team viene definito come un gruppo di persone che si influenzano e sono influenzati reciprocamente. Questo ci fa comprendere quanto sia determinante l’atmosfera che si respira al loro interno, poiché essa condiziona in maniera importante il pensiero, le emozioni e il comportamento individuale dei partecipanti. Ed è proprio su questa che si lavora in modo incessante, per costruire quel ponte di fiducia reciproca che genera la dimensione più importante e ricercata nelle consulenze: la coesione.

Con questo termine intendiamo un processo dinamico riflesso nella tendenza dei membri del gruppo a rimanere attaccati e restare uniti allo scopo di perseguire gli obiettivi del team (Carron et al., 1998).

Tale dimensione risulta essere il primo fattore di produttività di un gruppo e soprattutto un contenitore delle ansie reciproche dei singoli membri. La condivisione, l’espressività, la comunanza di obiettivi, la fiducia reciproca rappresentano fattori determinanti per consentire di mettere in circolo energie, che nella prima fase sono individuabili nell’area dell’ansia ma che successivamente diventano un potenziale per generare risultato. Carron e colleghi, nel 2007, hanno rilevato che la coesione di gruppo viene considerata una caratteristica distintiva dei gruppi di successo in parecchi campi della vita: nel lavoro, nella vita militare, nello sport, nei sistemi educativi e familiari. I gruppi coesi riportano benefici cognitivi, emotivi e somatici quali: 1. Influenza positiva sulla riduzione dell’esclusione sociale 2. Tono dell’umore più alto 3. Livelli inferiori di depressione e tensione emotiva 4. Riduzione dell’ansia di stato competitiva 5. Aumento della prestazione

Carron et Al. (2007) segnalano come i gruppi che hanno fatto esperienza di 8 settimane di interventi di team building, hanno riportato:

1. livelli più bassi di dropout

2. una percezione individuale dell’interesse personale per il gruppo maggiore

3. un miglioramento delle percezioni individuali della coesione all’interno del gruppo maggiore.

In conclusione possiamo affermare che per andare in prestazione di squadra il “tutto deve essere sempre di più della somma delle singole parti”

Maria Daria Giri

44 visualizzazioni

© 2018 Cebip sport. Created with Wix.com